CookiesAccept

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Approvando questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Buona navigazione!

Approvo

Regolamento scambi e stage linguistici

  1. Nel corso del triennio finale il piano di studi può prevedere la partecipazione allo scambio culturale o allo stage all’estero conformemente al livello di competenza comunicativa. Gli scambi e gli stage, della durata compresa da una a due settimane, hanno luogo nel periodo concordato dai Docenti di lingua straniera con il Dirigente Scolastico in base agli accordi con gli istituti stranieri e alle offerte delle agenzie e deliberato dal Consiglio di classe

  2. Gli scambi e gli stage sono rivolti alle classi terze, quarte e quinte, anche a classi aperte. La soglia di partecipazione per una classe è posta al 50 % del totale degli studenti.

  3. Per gli studenti che eventualmente non partecipino allo scambio o allo stage, i docenti dei consigli di classe interessati dovranno predisporre un programma di attività didattiche.

  4. Ogni insegnante accompagnatore è responsabile di un gruppo composto da non più di 15 studenti. Gli accompagnatori sono nominati dal Dirigente Scolastico su proposta del docente organizzatore, in seguito all’acquisizione della disponibilità dei vari docenti in sede di Consiglio di Classe.

  5. Il docente organizzatore deve raccogliere le autorizzazioni dei genitori, presentando in modo dettagliato il programma dello scambio o dello stage. Durante il soggiorno verifica il rispetto del programma concordato, collabora con i referenti locali per le attività del tempo libero e per eventuali sostegni ad allievi in difficoltà. Al ritorno predispone una relazione sull’esperienza acquisendo, attraverso un questionario di gradimento, il parere degli studenti partecipanti.

  6. Gli alunni devono versare nei tempi stabiliti da apposite circolari del D.S. acconto e saldo per i costi dello scambio e/o dello stage; la quota deve includere le spese di viaggio e soggiorno, del corso di lingua e delle eventuali attività previste per il tempo libero. Nello scambio culturale gli alunni vengono ospitati dalle famiglie dei propri partner e nello stage presso famiglie, come ospiti paganti, scelte dall’istituto straniero organizzatore del corso di lingua.