CookiesAccept

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Approvando questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Buona navigazione!

Approvo

Carta dei Servizi

Rev. 0 del 20/10/2006

Principi fondamentali

Parte Prima - Area didattica

Parte Seconda - Area amministrativa

Parte Terza - Reclami e valutazioni

Parte Quarta - Attuazione


PRINCIPI FONDAMENTALI

La funzione della carta dei servizi è quella di avvicinare i soggetti e di ridurre le distanze attraverso la sottoscrizione di un patto nel quale non solo sono individuati obblighi e diritti reciproci , ma si prefigura un percorso di crescita comune. Da questo punto di vista la nostra carta dei servizi costituisce uno strumento essenziale per conoscere un processo continuo di analisi e miglioramento della qualità del servizio, fra tutte le componenti del mondo della scuola. Si ispira agli articoli 3, 30, 33 e 34 della Costituzione Italiana, che sanciscono e tutelano il rispetto dei principi di uguaglianza, imparzialità, tutela della dignità della persona, e che vietano ogni forma di discriminazione basata sul sesso, sull'appartenenza etnica e sulle convinzioni religiose, impegna tutti gli operatori e la struttura scolastica nel rispetto di tali principi.

Gli strumenti per garantire e attuare tali presupposti sono :

a) Criteri trasparenti nella definizione e composizione delle classi.

L’assegnazione degli alunni ad un corso avviene per sorteggio, che viene preparato tenendo presenti i seguenti criteri:

  • scelta dell’indirizzo espresso dalla famiglia e dallo studente

  • distribuzione equilibrata tra ragazze e ragazzi, che garantisca anche la gestione razionale delle squadre di Educazione Fisica

  • eventuali altre esigenze espresse dalla famiglia ( frequenza di altri figli in un corso)

  • luogo di provenienza

b) Servizi e risorse strutturali .

Sono utilizzati : palestre attrezzate per una vasta gamma di attività, biblioteca, laboratori informatici, scientifici e linguistici, aula audiovisivi, che non solo valorizzano l’offerta, ma rappresentano anche strumenti preziosi per assicurare agli studenti pari opportunità di apprendimento e di conoscenza.

c) Fondi per il diritto allo studio .

Sono previsti interventi a sostegno delle situazioni di disagio economico.

d) Eliminazione delle barriere architettoniche .

La struttura della scuola è pienamente accessibile da parte dei soggetti disabili.

e) Attività didattiche integrative (IDEI).

Sono previste attività di sostegno e recupero finalizzate a garantire il successo

scolastico.

f) Attività alternative all’ora di religione.

Gli alunni che non si avvalgono dell’insegnamento di religione svolgono uno studio individuale con o senza l’assistenza di un docente.

g) Attività didattiche interculturali.

Sono volte alla formazione del cittadino europeo.

 

PARTE PRIMA
AREA DIDATTICA

Il Liceo Scientifico” G.Spezia”offre i seguenti indirizzi:

  • Liceo Scientifico Tradizionale

  • Liceo Scientifico Piano Nazionale Informatica

  • Liceo Scientifico con Sperimentazione Linguistica

  • Liceo Classico

La scuola considera fondamentale sviluppare le caratteristiche specifiche di ogni indirizzo scolastico e a tale scopo orienta i progetti , le uscite didattiche , i viaggi di istruzione e gli scambi internazionali, che da diversi anni costituiscono un elemento qualificante del nostro Istituto.

Il metodo di lavoro

La preparazione culturale generale offerta dal Liceo è orientata a raggiungere gli obiettivi esplicitati nel POF che definiscono l’orientamento generale della programmazione delle attività didattiche. L’anno scolastico, su deliberazione del Collegio Docenti, è suddiviso in due periodi.

Nell’arco dell’anno scolastico sono convocati in media sei consigli di classe, di cui quattro aperti a tutte le componenti e due nei quali si svolgono le operazioni di scrutinio

I consigli di classe definiscono gli obiettivi del curricolo implicito ( relativi a interesse e partecipazione, impegno e socializzazione)e gli obiettivi del curricolo trasversale (relativi a capacità di comunicazione, metodo di studio e di lavoro) , valutati in ingresso e alla fine due periodi in cui viene suddiviso l’anno scolastico.

I singoli docenti definiscono il curricolo esplicito ( programmazione disciplinare annuale) sulla base della situazione di partenza della classe, precisando le conoscenze e le competenze che lo studente dovrà conseguire entro la fine dell’anno scolastico.

Verifiche: tipologie e scadenze

Il piano annuale delle verifiche prevede:

  • per le materie che non comportano la distinzione scritto/orale almeno due prove in ciascuna delle parti in cui è diviso l’anno scolastico ;

  • per le materie che richiedono tale distinzione ( italiano, latino , lingue straniere, matematica, greco liceo ) almeno tre prove nel primo e quattro nel secondo periodo dell’anno scolastico.Per quanto riguarda greco nelle classi del ginnasio, le prove saranno due nel primo periodo dell'anno, tre nel secondo.

Anche laddove è previsto lo scritto, il voto sulla pagella sarà unico, ma in questo caso, esso deve risultare da prove sia scritte che orali.

Gli insegnanti si impegnano, nei limiti del possibile, ad avere un congruo numero di misurazioni.

Attività di sostegno e recupero. (IDEI)

Gli “Interventi Didattici Educativi integrativi” (IDEI) sono le attività di recupero o di sostegno rivolte agli studenti che si trovino in difficoltà, sono decisi dal Consiglio di Classe secondo la seguente tipologia:

  • recupero curricolare che può configurarsi come: pausa didattica, rivolta all’intera classe, o interventi individualizzati;

  • recupero pomeridiano o a fine mattinata ( 6 ora): l’attività si rivolge a un gruppo ristretto di studenti che necessitano chiarimenti sugli stessi argomenti;

  • sportello: incontri richiesti su appuntamento da gruppi di studenti su un numero limitato di argomenti

  • interventi di approfondimento e potenziamento rivolte alle classi quinte in preparazione dell’esame di stato

Accoglienza e integrazione

La scuola favorisce l’accoglienza e l’inserimento degli studenti, con particolare riguardo alle classi iniziali e alle situazioni di disagio scolastico , attraverso i seguenti strumenti :

  • Progetto Accoglienza nuovi iscritti . Nei primi giorni dell’anno, per gli studenti delle classi prime vengono organizzate attività di conoscenza e di ambientamento nella scuola, tramite tutors (studenti delle classi successive)

  • Primo Consiglio di Classe aperto a tutti i genitori

  • Attività di sostegno e recupero per gli studenti in difficoltà (CIC e IDEI)

Lo sportello CIC (Centro di Informazione e Consulenza )

Il Centro di Informazione e Consulenza è nato per prevenire e superare l’eventuale disagio che può insorgere nello studente e per fornire tutte quelle indicazioni di carattere psicologico, metodologico, ecc. che contribuiscono allo “star bene a scuola”.

Il servizio di consulenza è formato dallo psicologo, presente a scuola un giorno alla settimana in orario scolastico, e da due docenti, i quali gestiscono le prenotazioni e mettono a disposizione un’ora settimanale ciascuno per problemi relazionali e organizzativi degli studenti.

Gli orari e le disponibilità degli insegnanti impegnati nello sportello vengono comunicati agli studenti all’inizio dell’anno ed esposti in ogni classe.

Comunicazioni a studenti e famiglie

Le comunicazioni sono di regola affidate agli studenti stessi. Le date delle riunioni del Consiglio di Classe vengono comunicate con un congruo anticipo ( minimo cinque giorni ), inoltre ai rappresentanti dei genitori e degli studenti è data informazione scritta.

In ciascuna aula c’è uno spazio dove vengono esposte le comunicazioni più importanti. Gli studenti si impegnano a non rimuoverle, in modo che rimangano accessibili a tutti.

Per favorire la trasparenza delle operazioni , all’inizio dell’anno viene consegnato in ciascuna classe il calendario di massima delle scadenze e vengono illustrati il regolamento dell’Istituto e lo Statuto dei diritti e dei doveri degli studenti.

La nostra scuola suddivide l’anno scolastico in due quadrimestri. L’esito del primo scrutinio e di quello finale viene comunicato con la pagella. Inoltre, nel mese di Marzo, viene consegnata alla famiglia una nota informativa sui risultati scolastici, con indicazioni riguardanti le attività di recupero stabilite dal consiglio di classe. (vedi par. IDEI ).

Sono previste due udienze generali con i genitori , rispettivamente a metà del primo e del secondo quadrimestre. Inoltre sono possibili colloqui individuali su appuntamento. In caso di necessità, l’appuntamento può essere preso anche dal genitore direttamente attraverso la segreteria della scuola.

All’inizio dell’anno , il piano di lavoro di ciascun insegnante viene comunicato agli studenti ed è consultabile in qualsiasi momento sul sito del Liceo. Alla fine dell’anno, gli insegnanti, sulla base del piano di lavoro iniziale e del lavoro svolto, stendono la relazione finale e il programma effettivamente svolto; copia di quest’ultimo viene controfirmata dai rappresentanti degli studenti della classe e resta agli atti ufficiali della scuola, se ne può richiedere copia in segreteria.

Regolarità del servizio scolastico

La scuola controlla la regolarità della frequenza degli studenti (assenze, ritardi, uscite anticipate) . Le modalità di tale controllo sono indicate nel Regolamento di Istituto.

Il servizio di vigilanza è garantito in orario scolastico dal personale docente e dai collaboratori scolastici nell’ambito delle proprie mansioni e del proprio orario di lavoro.

In caso di scioperi o di assemblee sindacali in orario di lavoro del personale, la scuola si impegna a fornire informazioni adeguate agli studenti e alle famiglie.

In caso di imprevisti di qualsiasi natura la scuola si impegna a ridurre al minimo i disagi per l’utenza garantendo , nei limiti del possibile, la regolarità del servizio e della vigilanza e l’informazione alle famiglie, e dando priorità, nella destinazione delle sue risorse, alla gestione degli studenti minorenni.

 

PARTE SECONDA

 

SERVIZI AMMINISTRATIVI

Ai fini di una chiara ed efficace redazione della carta dei servizi vengono individuati per il nostro Liceo i sotto indicati criteri di efficienza, efficacia e flessibilita’ tendenti al miglioramento della funzionalità dei Servizi Amministrativi

Fattori standard di funzionalità dei Servizi Amministrativi.
  • Tempi medi di attesa allo sportello: non oltre dieci minuti

  • rilascio documenti: non oltre due giorni lavorativi

  • Individuazione

  • immediata della persona o dell’Ufficio preposti alla risoluzione delle varie problematiche

  • Informatizzazione

  • di tutte le procedure amministrative

  • Aggiornamento

  • organizzazione e partecipazione a corsi di formazione professionale e aggiornamento del personale amministrativo

  • Semplificazione delle procedure

  • linguaggio e struttura della modulistica comprensibile a tutti

  • Rapporti con il pubblico all’insegna della correttezza, rispetto, cordialità e pacatezza

  • Flessibilita’ individuazione di fasce orario funzionali alle esigenze dell’utenza e del territorio

La Scuola si impegna a rendere tutte le procedure il più celeri possibili, fermo restando la possibilità di discostarsi dagli standard fissati sia riducendo i tempi che dilatandoli in caso di particolari necessità.

Analiticamente vengono fissati le seguenti modalità di erogazione del servizio:

ISCRIZIONI

1. Distribuzione moduli:

  • Per le classi dalla seconda alla quinta, la distribuzione avviene a mezzo dei rappresentanti di classe.

  • Per le future classi prime la distribuzione avviene tramite le Scuole Medie

2) Ritiro moduli:

  • Tramite i rappresentanti di classe per gli allievi interni, ma anche direttamente dalla Segreteria in caso straordinario

  • Spedizione tramite posta da parte delle Scuole Medie

3) Accettazione:

  • Gli allievi interni devono compilare ogni anno la domanda di iscrizione alla classe successiva

  • Agli allievi non promossi viene data facoltà di cambiare corso, compatibilmente con i numeri delle classi e dietro indicazioni della Presidenza

CERTIFICAZIONI

Il rilascio dei certificati è effettuato nel normale orario di apertura della segreteria al pubblico a partire da subito entro un tempo massimo di 2 giorni lavorativi

ORARI

Gli uffici di segreteria garantiscono il seguente orario di apertura al pubblico:

Dal lunedì al venerdì ore 10,30 - 12,30

Lunedì, martedì e giovedì ore 15,00 - 17,00

I suddetti orari possono avere carattere di flessibilità in caso di particolari necessità e sono suscettibili di variazione in caso di esigenze diverse manifestate dall’utenza e deliberate dal C.d.I.

L’orario di ricevimento sarà affisso all’albo degli Uffici di Segreteria. Ogni eventuale variazione sarà tempestivamente comunicata.

Vengono stabilite le seguenti modalità di risposta telefonica: nome dell’istituzione e dell’impiegato che risponde; individuazione del quesito. L’interessato sarà messo in contatto, nel più breve tempo possibile, con la persona o l’ufficio competente.

Tutte le pratiche relative alla gestione del personale sono attivate in tempi brevi e opportunamente programmate. Sono di volta in volta fissati appuntamenti in orario compatibile con le esigenze di servizio del personale, al fine di consentire un’agevole soluzione nel disbrigo delle pratiche. Il rilascio di certificati di servizio avviene dietro indicazione esplicita del motivo della richiesta. I tempi di consegna si concordano direttamente con l’incaricato, secondo le esigenze del richiedente e compatibilmente con il lavoro dell’ufficio.

Per quanto riguarda le modalità d’accesso alla documentazione della scuola, esse sono determinate dal D.L. n. 196/03 (“Legge sulla privacy”)

Di tutti gli atti e documenti scolastici relativi alla carriera degli allievi e gli esami si può prendere visione su richiesta verbale o scritta da parte di chi vi abbia interesse per la difesa di interessi giuridici, fatta salva la riservatezza di terzi.

Tutte le procedure amministrative sono informatizzate al fine di migliorare e rendere più celeri i servizi di segreteria. Vengono predisposti, per le varie, richieste moduli caratterizzati da un linguaggio semplice e chiaro. Il personale di segreteria è pronto a dare assistenza e consulenza in caso di difficoltà nella compilazione dei moduli.

I rapporti con l’esterno saranno caratterizzati dalla massima correttezza. In particolare i rapporti con gli enti Pubblici saranno improntati alla reciproca collaborazione e alla tempestiva risoluzione delle varie pratiche sia relative ai docenti, sia relative agli alunni. I rapporti con i privati (fornitori) sono regolati dalle normative vigenti.

I pagamenti saranno effettuati entro il termine di scadenza della fattura. Dal ricevimento del documento contabile (fattura), previo collaudo della merce acquistata in C/Capitale e soggetta ad iscrizione in inventario.

GESTIONE AMMINISTRATIVA INFORTUNI STUDENTI

Le modalità seguite dal Liceo scientifico ”G.SPEZIA” in caso di infortunio degli studenti durante le ore di lezione rispettano la seguente prassi:

1) immediata comunicazione da parte del docente circa le dinamiche dell’infortunio in segreteria

2) immediata consegna certificato del pronto soccorso da parte dell’infortunato o di un suo familiare

3a) pratica INAIL:

Denuncia alla Polizia , subito dopo la consegna del certificato rilasciato dal Pronto Soccorso

Invio documentazione all’INAIL entro 48 ore dall’accaduto, solo se la prognosi supera i tre giorni.

3b) pratica Assicurazione:

Immediato invio dei documenti da parte della segreteria.

CUSTODIA E VIGILANZA

La sorveglianza degli alunni è garantita per tutto il periodo delle attività scolastiche e prevista per ogni servizio erogato; essa avviene con le seguenti modalità:

  • dalla I ora di lezione dal personale docente

  • durante il cambio-ora dal personale docente e ausiliario

  • nell’intervallo dai docenti (in base ai turni stabiliti dalla Presidenza) e dai collaboratori scolastici

  • nelle attività del pomeriggio dai docenti referenti di tali iniziative, dai collaboratori scolastici.

L’accesso alla struttura è sottoposto a controllo da parte del personale addetto alla vigilanza.

La recinzione esterna viene tenuta integra ed efficiente.

ORGANIZZAZIONE SERVIZI DI PULIZIA

Le condizioni igieniche di tutti i locali e gli spazi dell’istituto sono garantite attraverso l’intervento ripetuto da parte del personale ausiliario durante la giornata lavorativa, oltre che a fine attività giornaliera, ove prevista e da un’impresa esterna di pulizia.

Sarà cura dei docenti e del personale sollecitare dagli studenti una fattiva collaborazione nel conservare ordine e pulizia nei locali della scuola.

ASSISTENZA TECNICA

L’utilizzo dei laboratori durante l’attività didattica è gestito con normale prenotazione, per la palestra è fissato un orario sin dall’inizio dell’anno scolastico. L’ utilizzo dei laboratori è altresì supportato dall’assistenza di personale qualificato in organico alla scuola.

Durante l’attività extra-curricolare ci si può avvalere di assistenza tecnica facendo richiesta scritta alla Presidenza.

INTERVENTI DI PRIMO SOCCORSO

Di norma la procedura è la seguente:

  • assistenza del personale scolastico presente durante l’infortunio fino all’arrivo del genitore (o chi delegato)

  • comunicazione telefonica a un genitore

  • eventuale chiamata dell’ambulanza

NORME DI SICUREZZA E SISTEMA ANTINCENDIO

Gli standard di adeguamento alle misure antincendio, e in generale di sicurezza, sono nel rispetto della normativa vigente e si attengono al D.L.G.S. 626/’94. L’istituto è dotato di un sistema antincendio (estintori, bocchette interne ed esterne, porte d’uscita con maniglie antipanico, pompa antincendio in completamento) efficiente e periodicamente controllato dagli enti competenti.

L’efficienza dell’impiantistica generale è affidata all’Amministrazione Provinciale del V.C.O.

TRASPARENZA

Il Liceo considera la trasparenza una condizione fondamentale per garantire la partecipazione democratica e la corretta gestione del servizio pubblico.

A tale proposito individua i seguenti strumenti principali :

  • gli Organi Collegiali : Consiglio di Istituto, Consigli di Classe aperti quattro volte l’anno

  • la bacheca generale di Istituto rivolta agli utenti e al personale della scuola , con esposizione di:

    • organigrammi della scuola ( Consiglio di Presidenza, Funzioni strumentali al P.O.F., Incarichi aggiuntivi, Commissioni di lavoro dei docenti )

    • orario

    • competenze sintetiche degli operatori (docenti e ATA)

    • piano annuale delle attività e programma mensile degli impegni

    • contrattazione sindacale

    • graduatorie per l’assunzione e la gestione del personale docente,

    • organizzazione degli spazi e delle strutture,

    • elenchi dei libri di testo in adozione

    • Verbali del Consiglio di Istituto.

  • i verbali del Collegio Docenti, consultabili a richiesta in Presidenza.

  • l’Albo di Classe, su cui vengono affisse le scadenze dell’anno scolastico e le indicazioni per consultare sul sito della scuola il piano di lavoro del CdC, le programmazioni delle diverse discipline, le comunicazioni della presidenza

  • i programmi svolti e controfirmati dagli studenti , in visione su richiesta in Segreteria

  • la possibilità di visione, di consultazione in rete e di rilascio, su semplice richiesta, di copia dei seguenti documenti :

    • Carta dei Servizi

    • Regolamento generale di Istituto

    • Piani di lavoro e programmi svolti

    • Programmazioni disciplinari

E’ possibile ottenere copia dei compiti in classe, delle parti relative alla situazione dello studente interessato nei registri degli insegnanti, nel registro di classe e nel verbale di seduta di scrutinio, previa compilazione dell’apposito modulo, da ritirarsi e riconsegnare in segreteria. Si ricorda che, ai sensi della vigente legislazione sulla Tutela della Privacy, non è invece consentita la comunicazione degli stessi dati relativi a studenti diversi da quello direttamente interessato.

 

 

PARTE TERZA

 

PROCEDURE DEI RECLAMI E VALUTAZIONE DEL SERVIZIO
Procedura dei reclami.

I reclami possono essere espressi in forma orale, scritta, telefonica, via fax e telematica, devono contenere generalità, indirizzo e reperibilità del proponente.

I reclami orali e telefonici debbono, successivamente, essere sottoscritti.

I reclami anonimi non sono presi in considerazione, se non circostanziati.

I reclami vanno rivolti al capo di Istituto.

Il Capo di Istituto, dopo avere accertato ogni possibile indagine in merito, risponde, sempre in forma scritta, con celerità e, comunque, non oltre i 15 giorni, attivandosi per rimuovere le cause che hanno provocato il reclamo. Qualora il reclamo non sia di competenza del Capo di Istituto, al reclamante sono fornite indicazioni circa il corretto destinatario. Annualmente, il Capo di Istituto formula per il Consiglio una relazione analitica dei reclami e dei successivi provvedimenti. La scuola garantisce risposta tempestiva da parte dei singoli destinatari per le questioni semplici e risposta scritta, anche tramite diario dello studente; entro 15 giorni, per le problematiche più complesse che comportano un'indagine di merito

Valutazione del servizio.

Allo scopo di raccogliere elementi utili alla valutazione del servizio, il Preside, sentito tutto lo staff, effettua una rilevazione mediante questionari opportunamente tarati, rivolti ai genitori, al personale e agli studenti. I questionari, che vertono sugli aspetti organizzativi, didattici ed amministrativi del servizio, devono prevedere una graduazione delle valutazioni e la possibilità di formulare proposte. Nella formulazione delle domande, possono essere utilizzati indicatori forniti dagli organi dell'amministrazione scolastica e degli enti locali. Alla fine di ciascun anno scolastico, il Collegio dei docenti redige una relazione sull'attività formativa della scuola che viene sottoposta all'attenzione del Consiglio di circolo o di Istituto.

La valutazione del servizio scolastico offerto dall'Istituto mira al graduale potenziamento e miglioramento dello stesso. Esso si basa sulla verifica:

  • della rispondenza tra contesto (ambiente socio-economico, bisogni, risorse umane e materiali ecc.) e progettazione didattico-educativa.

  • dell'efficacia del contratto formativo e della realizzazione degli obiettivi esplicitati nel POF tramite il confronto tra risultati attesi e risultati ottenuti, in itinere e a conclusione anno scolastico (numero delle ripetenze, degli abbandoni, risultati degli esami di maturità ecc.).

  • del grado di soddisfacimento dell'utenza riguardo all'attività didattica nel suo complesso ed all'organizzazione amministrativa dell'Istituto.

  • dell'efficienza della circolazione delle comunicazioni tra le varie componenti e della struttura organizzativa della scuola.

  • delle condizioni igieniche e di sicurezza dell'edificio scolastico; dell'utilizzo dei sussidi didattici, dei laboratori e delle palestre.

  • della destinazione dei fondi di bilancio.

La rilevazione dei dati sarà effettuata anche tramite questionari rivolti a genitori, personale e studenti; le domande di tali questionari saranno formulate in base agli indicatori di qualità desunti dagli standard esplicitati nella carta dei servizi, nel POF e nel regolamento di Istituto.

ATTUAZIONE

Le indicazioni contenute nella presente Carta si applicano fino a quando, in materia, non intervengano disposizioni modificative, contenute nei contratti collettivi o in norma di legge.
Il Ministro della Pubblica Istruzione cura, con apposita direttiva, i criteri di attuazione della presente Carta.

ALLEGATI ALLA CARTA DEI SERVIZI:
  1. Regolamento di Istituto

  2. POF

  3. Contratto formativo didattico- disciplinare

  4. Regolamenti di utilizzo dei vari laboratori e della palestra